I costi della variazione catastale

Costo variazioni catastaliDevi fare una variazione catastale e vuoi conoscerne i costi?

Quando vengono fatte variazioni a un immobile, il proprietario è tenuto a comunicarle al Catasto (ora Agenzia del Territorio), le cosiddette “variazioni catastali“.

Tra i dati catastali rientrano gli identificativi dell’immobile, la sua planimetria, il proprietario. Essi possono essere variati per mezzo di una procedura definita “DOCFA” (Documenti Catasto Fabbricati), da inoltrarsi al Catasto.

La procedura DOCFA è un mezzo informatico a disposizione dei tenici (geometri, ingegneri e architetti) per la redazione del modello di “Accertamento della Proprietà Immobiliare Urbana”.

Attraverso la variazione catastale si formalizzano le modifiche che vengono fatte ad esempio ai locali interni di un edificio (casa, appartamento o fabbricato) affinché vengano registrate negli archivi dell’Agenzia del Territorio.

Casi tipici di ricorso a variazioni catastali:

  • divisione di immobili
  • fusione di immobili
  • cambio della destinazione d’uso di immobili
  • realizzazione nuove superfici abitabili (es. terrazza)
  • modifica indirizzo o nome proprietario
  • ottenimento della conformità catastale per un rogito
  • modifica della dispozione degli spazi interni all’immobile

Consulta il geom. Davide Alimenti di Fano per tutte le informazioni sui costi di una visura catastale e sulla procedura da seguire per renderla operativa.