Accatastamenti

Accatastamenti immobiliAccatastare un immobile (casa, edificio, capannone) significa inserirlo negli archivi del Catasto (o Agenzia del Territorio) affinché venga censito e classificato con tutti i relativi dati che riguardano l’immobile stesso e il suo proprietario. Fare l’accatastamento di un immobile equivale a incaricare un geometra alla realizzazione della sua mappa, in seguito a rilievi e misurazioni, da presentare all’ufficio del Catasto.

Gli immobili devono venire accatastati appunto perché lo Stato deve essere a conoscenza degli immobili presenti sul territorio, che devono essere riconducibili a un proprietario. Questo permette di rilevarne le proprietà e quindi il patrimonio tassabile. L’accatastamento dei fabbricati è obbligatorio per tutti i tipi di edifici, e se una determinata costruzione non viene accatastata l’autorità procede autonomamente, con i relativi costi a carico di chi ne è proprietario.

In caso di immobile di nuova costruzione, la domanda di accatastamento deve essere inoltrata all’ufficio catastale entro il 31 gennaio dell’anno successivo (a far data da quando l’immobile ha iniziato a essere utilizzabile per lo scopo per il quale è stato costruito.

La pratica di accatastamento produce così due valori: la rendita catastale e gli identificativi. Attraverso questi valori si è in grado di determinare la loro incidenza per il pagamento di ICI (Imposta Comunale sugli Immobili), ora IMU (Imposta Municipale Unica) e IRPEF. L’accatastamento permette anche di ricevere il certificato di agibilità, sia che l’immobile sia stato costruito ex novo oppure restaurato, ampliato o ristrutturato.

Gli accatastamenti vengono redatti da un tecnico quale geometra, ingegnere, perito o architetto, e devono essere firmate dal proprietario del fabbricato per poter essere archiviati.

La materia di accatastamento è tornata prepotentemente all’attenzione di tutti in seguito al rafforzarsi dei controlli sugli edifici cosiddetti “fantasma“. A metà 2012 risultavano su tutto il territorio italiano oltre un milione di edifici non censiti dal catasto. E’ iniziata un’azione delle Autorità, hanno elaborato i dati raffrontando i dati catastali tradizionali con le foto aeree del territorio disponibili pubblicamente in rete. Per questo motivo diversi edifici grandi e piccoli hanno avuto e hanno ancora bisogno di mettersi in regola con l’iscrizione negli archivi dell’Agenzia del Territorio.

Lo studio tecnico del geom. Davide Alimenti offre la propria consulenza in tema di accatastamenti di qualsiasi edificio, sia nuovi che esistenti. Contattaci senza impegno per tutte le informazioni.